Novembre: il mese della prevenzione degli incendi in Giappone

Il fuoco in ambiente urbano ha sempre costituito una grande emergenza in Giappone, la cui storia è costellata di incendi disastrosi. Pertanto novembre è il mese dedicato alla prevenzione degli incendi.
In ogni città e regione si organizza una settimana di sensibilizzazione, che ufficialmente decorre dal 9 al 15 novembre ma la cui data in realtà varia a seconda delle regioni.

Durante questa settimana si tengono seminari in luoghi pubblici e nelle scuole, visite alla stazione dei pompieri e i bambini delle scuole elementari e materne fanno disegni tematici. Inoltre a volte gira per le strade la ronda di 火の用心運動 “Hi no yōjin undo”

Cos’è questa voce che taglia il buio della via…? È una voce d’uomo e dice qualcosa…
Ripete la stessa cosa, seguita da un coro di voci di adulti e bambini. 

«Hinoyoooojin! Hinoyoooojin! Hinoyoooojin!»

Hinōyoujin è un’esortazione a prestare attenzione al fuoco per non causare incendi ed è composta da tre ideogrammi: il fuoco, l’atto di fruire e il cuore, come vedete nel cartello affisso al muro di una casa, nella foto. Prestare considerazione verso qualcosa involve in qualche modo il cuore. Non credete?

Le ronde hinōyojin sono organizzate dai comitati di quartiere o dalla sua sezione per la sicurezza, sulla falsariga della ronda che, un tempo, un incaricato svolgeva tutte le sere per ricordare di stare attenti alle fiamme.
Battendo due legnetti dal suono simile a quello prodotto dai legnetti sonori delle orchestre, girava per le strade, cercando di scovare eventuali focolai. Il suono dei legnetti rammentava alla gente di stare attenta e rassicurava che tutto era a posto.

Oggi le ronde si fanno solo durante il mese di novembre e in gruppo con torce elettriche o tradizionali e strisce catarifrangenti.


Grandi incendi distrussero parti ingenti di città e villaggi nella storia e la frequenza degli incendi in Giappone è tuttora alta.
L’auto dei vigili del fuoco è il primo veicolo che i bambini giapponesi imparano a riconoscere e quando sono più grandi, spesso conoscono il nome di tutti i tipi di automezzo usati dai vigli del fuoco, tanto è vicina la figura del pompiere.

Ma perché in Giappone ci sono ancora tanti incendi?
Perché sia le case moderne (a parte i condomini) che quelle tradizionali sono costruite completamente in legno. Ovviamente il legno viene adeguatamente trattato ai nostri giorni ma sempre legno è.
Inoltre, oggi come tanti secoli fa, il pericolo di incendi a catena è alto in quanto le case hanno spesso muri in comune o sono separate da soli 40-50 cm. La vicinanza fra le case e il materiale ligneo di cui sono fatte rende gli incendi causa di grande distruzione quando avvengono terremoti di grande intensità.

Un’ulteriore causa d’incendio è l’uso di stufe e il contatto loro con qualcosa d’infiammabile. In Giappone, ad eccezione dell’Hokkaido, le case sono prive di riscaldamento e vengono scaldate con stufe elettriche, a olio oltre che con l’aria condizionata.